Contribuenti in difficoltà: saldo e stralcio

  • 12 gen 2019
Con la legge finanziaria 2018 è stata approvata definitivamente la norma che consente, per le persone in difficoltà economica (solo le persone fisiche, non le aziende o le società), di poter stralciare la propria incolpevole posizione col fisco: saldo e stralcio. «Le persone fisiche – fanno sapere da Confconsumatori – entro il 30 aprile possono presentare domanda di saldo e stralcio per i carichi affidati all’Agenzia delle entrate per la riscossione relativa ai periodi compresi tra l’1 gennaio 2000 e il 31 dicembre 2017. Per beneficiare dello stralcio devono dimostrare una situazione di grave e comprovata difficoltà economica».  Le persone fisiche con Isee inferiore a 20.000 euro possono stralciare i debiti (solo quota capitale e interessi di ritardata iscrizione a ruolo) con percentuale pari a 16% con Isee fino a 8.500 euro, 20% con Isee fino a 12.500 euro e 35% con Isee fino a 20.000 euro. Il contribuente può scegliere se pagare in un’unica soluzione entro il 30 novembre 2019 oppure in 5 rate con l’ultima il 31 luglio 2021. «Tuttavia – spiegano da Confconsumatori – è bene ricordare che non tutti i crediti della riscossione solo stralciabili: si tratta solo del mancato pagamento di imposte e tributi dichiarati e non versati in denuncia dei redditi oltre ai contributi previdenziali, purchè non siano stati iscritti a ruolo in conseguenza di accertamento ispettivo». I contribuenti con Isee superiore a 20.000,01 euro potranno far domanda per la definizione agevolata 2018 per i carichi affidati all’agente di riscossione dall’1 gennaio 2000 al 31 dicembre 2017 (rottamazione ter). Gli interessati possono chiedere informazioni e aiuto nella compilazione della domanda e nella verifica dei crediti stralciabili (per i quali è opportuno che ognuno chieda un estratto di ruolo all’agente di riscossione) allo sportello Contribuente di Confconsumatori che riceve nella sede di via della Prefettura 3 e Grosseto tutti i lunedì dalle ore 16 alle ore 18. Per informazioni è possibile inviare una mail a grosseto@confconsumatori.it oppure telefonare al numero 0564.417849.

Rassegna stampa: