Ripani: «Carcere, una battaglia vinta»

  • 13 mag 2019

La battaglia per scongiurare la chiusura della casa circondariale di via Saffi è stata un bell’esempio di proficua collaborazione tra istituzioni, autorità locali e rappresentanti maremmani in Parlamento. Ma soprattutto una bella pagina di buona politica che ci ha visto procedere uniti i deputati del territorio nell’interesse della nostra città. La chiusura del carcere di via Saffi senza la previsione di una soluzione alternativa sarebbe stata una scelta illogica e dannosa per il comprensorio giudiziario più vasto della Toscana, per gli operatori del diritto, per i lavoratori, nonché per il fragile tessuto economico della città di Grosseto. Questo è il concetto che siamo riusciti a far passare agli esponenti del ministero della Giustizia e del dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria. E se inizialmente Dap e ministero si mostravano decisi a voler procedere con la dismissione della struttura – per motivi di anti-economicità – a partire dal 30 giugno, a oggi possiamo invece dire di essere vicini a una duplice vittoria: scongiurare la chiusura del carcere e, in aggiunta, costruire una nuova struttura penitenziaria più grande, moderna e all’avanguardia, individuata nell’area della caserma Barbetti, ex deposito di artiglieria dell’Esercito. Continueremo a dialogare con il ministero vigilando, con attenzione e prudenza, sull’iter di acquisizione dell’area demaniale affinché tutto proceda speditamente senza spiacevoli sorprese.

Elisabetta Ripani, deputata Forza Italia
Mario Lolini, deputato Lega

Rassegna stampa: