“Della madre” di Perrotta agli Industri

  • 13 feb 2020
La figura della madre nel contesto familiare è il tema dei prossimi due spettacoli della stagione teatrale del Comune di Grosseto. Al Teatro degli Industri, venerdì 14 e sabato 15 febbraio alle ore 21, si alza il sipario su “Della Madre” di Mario Perrotta. In più, nella giornata di sabato, alle ore 18, nel ridotto del teatro ci sarà il consueto incontro con aperitivo insieme con il regista e il cast, per approfondire con le trame e le dinamiche della pièce. Perrotta, anche protagonista sul palco con Paola Roscioli e Yasmin Karam, prosegue dunque la sua indagine sulla famiglia e sulle complessità delle relazioni al suo interno. La trilogia “In nome del padre, della madre, dei figli”  nasce infatti da un intenso confronto con lo psicanalista Massimo Recalcati, che alle relazioni familiari ha dedicato gran parte del suo lavoro. Dopo aver trattato con “In nome del Padre” le contraddizioni e le responsabilità di una figura spesso evanescente, adesso l’analisi si sposta sul quell’entità genitoriale culturalmente quasi intoccabile, soprattutto alle nostre latitudini: la madre. Un ruolo tuttora sacro all’interno della famiglia italiana, che talvolta straripa negli eccessi diventando soffocante nei confronti dei figli ed escludendo quei padri che desiderano esercitare con più centralità il proprio ruolo. La scena è abitata da due generazioni di Madri (non a caso con la maiuscola) i cui atti sembrano circondati da un alone quasi divino di insindacabilità. La Nonna è interpretata proprio da Perrotta, Paola Roscioli invece è sua figlia, Madre a sua volta di Bimba. Le due donne si auto-impongono il ruolo di coloro che sanno tutto e sempre, salvo poi arroccarsi dietro muri di silenzio (la Nonna) o cercare lumi in modo compulsivo sui gruppi di madri su WhatsApp (la Madre). L’analisi critica di Perrotta è inoltre ben rappresentata dalla figura dei figli: silenti per forza di cose, bambini di pochi mesi che tra le braccia delle loro Madri divengono spettatori quasi passivi, ma sicuri protagonisti di un futuro disastro.
La prevendita dei biglietti è disponibile fino ai giorni precedenti lo spettacolo sui siti web.comune.grosseto.it/comune/, www.boxol.it, www.ticketone.it oppure nelle rivendite autorizzate Bartolucci Expert (via de Mille 5, Grosseto), Ipercoop Centro Commerciale Maremà (Commendone, Grosseto), Tabaccheria Amoroso (piazza del Mercato 34/36, Grosseto), Coop (via Chirici, Follonica), Pro Loco (via Roma, Follonica), Iat Orbetello (piazza Della Repubblica 1, Orbetello). Inoltre i biglietti sono in vendita anche la sera della rappresentazione, al botteghino del Teatro degli Industri, dalle 19 alle 21.

Rassegna stampa: