Bracci, novant’anni di storia

  • 17 dic 2016

Era il lontano 1926 quando Primo Bracci aprì la sua bottega in via Bicocchi 32, ancora oggi sede dell’attività. Primogenito di dieci figli, viveva in un podere a Riotorto: la sua famiglia era dedita all’agricoltura ma Primo aveva altri interessi, amava la meccanica ma soprattutto la meccanica interna agli orologi, così andò a lavorare a Grosseto da un artigiano orologiaio che gli insegnò le basi del mestiere. Nel 1926 il grande passo: l’apertura di una bottega tutta sua a Follonica in una delle poche strade allora presenti nella città del Golfo, via Bicocchi. Nel 1945 l’imprenditore morì e i suoi figli Alberto e Angelo, allora giovanissimi, presero le redini dell’azienda insieme alla madre Leonilda. Una tradizione di famiglia cresciuta e maturata negli anni grazie alla passione, da sempre marchio di fabbrica della Gioielleria Bracci. Dopo la scomparsa di Angelo e il ritiro di Alberto, alla guida dell’attività sono oggi i figli di Angelo, Claudia e Primo, che insieme gestiscono il negozio di via Bicocchi e il nuovo punto vendita di viale Italia, nella galleria dell’ex Florida. E la storia aziendale si lega con quella follonichese: entrambe sono nate nei primi anni del Novecento e con il tempo sono cresciute. I novant’anni della Gioielleria Bracci, insomma, sono un compleanno tutto follonichese. «Questo traguardo – dicono Primo e Claudia – vogliamo condividerlo con la nostra città, perché sono i nostri clienti che insieme a noi hanno reso possibile l’ascesa della bottega di nostro nonno. La fiducia nel lavoro che facciamo è alla base del rapporto che da sempre abbiamo con chi entra nei nostri negozi, quindi in questa occasione così importante per noi vogliamo ringraziarli con affetto. Con la promessa di continuare a portare avanti l’azienda senza dimenticare la tradizione, ma innovandoci anno dopo anno». Nel negozio di via Bicocchi ancora oggi è custodito il primo orologio a colonna realizzato da Primo Bracci, così come sul retro c’è il laboratorio artigianale dove si aggiustano orologi sia antichi che moderni.

Rassegna stampa: