I 30 anni della “Haendel” alla “Bonarelli”

  • 29 nov 2019

Sarà una serata all’insegna della grande melodia orchestrale quella di sabato 30 novembre alla Scuola comunale di musica “Bonello Bonarelli” di Follonica. Alle ore 18, l’auditorium dell’Istituto di via Argentarola 2 ospiterà il concerto “Dolce sentire”, che vedrà esibirsi l’Orchestra “G.F. Haendel” di Piombino e Il “Coro dei Concordi” di Roccastrada in uno spettacolo dedicato al trentennale della formazione piombinese, punto di riferimento per gli amanti della musica della Toscana e partner della Bonarelli da tempo. I musicisti, accompagnati dal coro, eseguiranno brani di Ennio Morricone, John Leavitt, Riz Ortolani, Petra Gruber, e molti altri ancora. A dirigerli ci sarà il Maestro Alessio Pagliai, mentre la serata è affidata alla conduzione della direttrice della scuola follonichese Sabrina Gabellieri. Sul palco la formazione dei violinisti dell’orchestra: Mario Retali, Marie Scarano, Amedeo Gandolfi, Henriette Lorenz, Sofiya Myronyuk, Costanza Sicurani, Antonella Danesi, Cristina Fontanelli, Giulia Baldi, Sofia Fommei, Frida Favilli, Marlene Ferrigno, Eva Frati, Maria Vittoria Gavazzi, Christine Angele; ancora Luisa Giorgierini alla viola, Barbara Marignetti al violoncello, al pianoforte Alessandro Gagliardi e Leonardo Creati e alla tastiera Michele Ginanneschi. L’orchestra “G.F. Haendel” nasce a Piombino nel 1989, con l’intento di dedicarsi allo studio e all’esecuzione di musica da camera e orchestrale di varie epoche storiche. Medesimi sono i presupposti che hanno portato alla nascita del “Coro dei Concordi” di Roccastrada, nel 1993: a unire il gruppo di cantanti c’era e c’è la forte passione per la musica popolare, per quella sacra antica e per quella moderna. Sarà una serata da non perdere per tutti gli amanti delle sette note, un’occasione per godere dello spettacolo e delle armonie proposte da due fra le più importanti realtà del panorama musicale maremmano. L’appuntamento è sabato 30 novembre alle 18 alla Scuola comunale di musica di via Argentarola 2 a Follonica. L’ingresso è gratuito.

Rassegna stampa: